venerdì 20 ottobre 2017

Halloween: bulbi oculari in ghiaccio



Halloween è alle porte e ci si prepara a stupire i propri ospiti con cocktail all'ultimo grido. 
D'obbligo è l'effetto rosso sangue e la bevanda che meglio si presta è di sicuro il Bloody Mary. 
Originale e di grande effetto scenico la presentazione in bicchiere con bulbi oculari in cubetti di ghiaccio
La preparazione di questo cocktail di Halloween non è complicata e l’abbinamento ideale è con degli spaventosi dolcetti. Come riporta Foxlife l'importante è munirsi di uno shaker da barista, che servirà per mescolare gli ingredienti. 

Per la creazione di bulbi oculari occorrono delle olive per simulare la pupilla, che verranno ghiacciate per crearne cubetti da utilizzare nel cocktail.
Per rendere i bulbi ancora più veritieri sostituire i cubetti con oliva con dei ravanelli: sbucciati in maniera grossolana in modo da lasciare delle striature rosse che simulino il sangue. Dopodiché, si crea una piccola conchetta con uno scavino per inserisci l' oliva-pupilla.

Ecco un Bloody Mary da paura. 
Anche il nome evoca oscure atmosfere. Secondo molti, il drink è stato ribattezzato Bloody Mary in ricordo delle gesta della Regina Maria I Tudor d’Inghilterra, meglio conosciuta con il soprannome di Maria la Sanguinaria. Fu lei infatti a farsi promotrice di una violenta persecuzione nei confronti dei protestanti durante il XVI secolo. L’origine del cocktail, invece, è meno nota e circolano diverse storie sul creatore del drink rosso sangue.